Archivio notizie

 15-ott-20
Por Fse 2014-2020, contributi per servizi educativi della prima infanzia 2019-2020
Por Fse 2014-2020, contributi per servizi educativi della prima infanzia 2019-2020

Por Fse 2014-2020, contributi per servizi educativi della prima infanzia 2019-2020

Por Fse 2014-2020, contributi per servizi educativi della prima infanzia 2019-2020

 

Promuovere e sostenere nel territorio regionale della Toscana l'offerta di servizi educativi per la prima infanzia (bambini di 3-36 mesi di età) anche per l'anno educativo 2019-2020 (settembre 2019-agosto 2020), investendo risorse pubbliche, per oltre 13 milioni di euro, su servizi di educazione ed accoglienza per l'infanzia di qualità e di tipo universalistico, a favore dei nuclei familiari con minori, anche al fine di favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro. Sono gli obiettivi che si prefigge la Regione Toscana con l'avviso pubblico per il sostegno dell'offerta di servizi per la prima infanzia (3-36 mesi di età) per l'anno educativo 2019-2020, approvato e pubblicato dall'ente con decreto dirigenziale n. 5405/2019, nell'ambito del Por Fse 2014-2020. Asse B "Inclusione sociale e lotta alla povertà" (priorità di Investimento B.2 - obiettivo specifico B.2.1 - azione B.2.1.2 - attività B.2.1.2.A).

 

Comunicato stampa

POR FSE 2014 – 2020 PROGETTO FINALIZZATO AL SOSTEGNO DELL'OFFERTA DI SERVIZI PER LA PRIMA INFANZIA (3 – 36 MESI) ANNO EDUCATIVO 2019/2020.
Il presente progetto è finalizzato a promuovere e sostenere nel territorio Regionale della Toscana nell'anno educativo 2019/2020 l'accoglienza dei bambini nei servizi educativi per la prima infanzia e sostegno delle famiglie.
L'investimento sulla prima infanzia rappresenta per la Regione Toscana un'area di attenzione particolarmente importante che, coerentemente con quanto sostenuto dalla Raccomandazione della Commissione Europea “Investire nell'Infanzia per rompere il circolo vizioso dello svantaggio sociale” (2013/1127UE), si sviluppa con servizi di educazione ed accoglienza per l'infanzia di qualità e di tipo universalistico. Inoltre, trattandosi di un progetto che vede quali beneficiari ultimi i nuclei familiari con minori, intende da un lato assicurare le migliori condizioni educative e di socializzazione dei bambini, dall'altro assicurare quelle condizioni necessarie a favorire la partecipazione dei membri responsabili di cura, ed in particolare delle donne al mercato del lavoro, così come stabilito nella Raccomandazione (2008/867/CE) della Commissione sull'inclusione attiva.
Il Comune di San Vincenzo Capofila nella convenzione per la gestione associata con il Comune Sassetta, per i Servizi e gli interventi educativi per la prima infanzia, ha aderito al suddetto progetto nell'ambito di Giovani Sì, promosso dalla stessa Regione Toscana per l'autonomia dei Giovani, con le seguenti finalità:
ABBATTIMENTO LISTA DI ATTESA DEI BAMBINI RESIDENTI NEI COMUNI DI SAN VINCENZO E SASSETTA, ISCRITTI AL NIDO COMUNALE ANNO EDUCATIVO 2019/2020;
FAVORIRE L'ACCOGLIENZA DEI BAMBINI NEI SERVIZI EDUCATIVI PER LA PRIMA INFANZIA SOSTENENDO LE FAMIGLIE ANCHE IN UN'OTTICA DI CONCILIAZIONE DEI TEMPI DI VITA E DI LAVORO.

 

 

Per saperne di più Regione Toscana

 
 
 

Altre notizie correlate

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione: contributi finalizzati al sostegno dell’accoglienza dei bambini nei servizi per la prima infanzia (3-36 mesi) – anno educativo  2021-2022
Fondo per lo Sviluppo e la Coesione: contributi finalizzati al sostegno dell’accoglienza dei bambini nei servizi per la prima infanzia (3-36 mesi) – anno educativo 2021-2022
13-ott-21
  Il Comune di San Vincenzo partecipa all'avviso della Regione Toscana finalizzato a promuovere e sostenere nel ....