Comunicati

 09-feb-21
Estensione delle concessioni demaniali, l'Antitrust invia una lettera di diffida al Comune

Nei giorni scorsi l’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha trasmesso al Comune di San Vincenzo una lettera di diffida in merito alla delibera del 30 novembre 2020 relativa all’estensione delle concessioni demaniali marittime fino al 2033.

Abbiamo 60 giorni per rispondere e lo faremo punto su punto tramite un legale a cui stiamo dando mandato per procedere». Così l’assessore al Demanio, Massimiliano Roventini, questo pomeriggio in apertura di consiglio comunale ha comunicato quanto appreso pochi giorni fa tramite una pec spedita dall’Autorità garante, a firma del presidente Roberto Rustichelli, al Comune di San Vincenzo.

Secondo il Garante, infatti, la delibera di Consiglio del novembre scorso si pone in contrasto con gli articoli 49 e 56 del Tfue (Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea) in quanto appare suscettibile di limitare ingiustificatamente la libertà di stabilimento e la libera circolazione dei servizi nel mercato interno, nonché con le disposizioni normative eurounitarie in materia di affidamenti pubblici, con particolare riferimento all’articolo 12 della cosiddetta Direttiva Servizi (Bolkestein). L’Autorità stessa ha quindi chiesto all’Amministrazione di comunicare entro 60 giorni le iniziative adottate per rimuovere le violazioni della concorrenza, riservandosi la possibilità, entro i 30 giorni successivi, di presentare ricorso.

«Sapevamo – spiega l’assessore Roventini – che proprio come accaduto anche in altre realtà avremmo potuto ricevere questo tipo di comunicazione. Se l’Antitrust riterrà opportuno presentare ricorso contro questo provvedimento, proprio come hanno fatto altre Amministrazioni in questi mesi, ci difenderemo nelle sedi opportune spiegando punto per punto la posizione. La giurisprudenza è contrastante e le varie sentenze finora emesse dai Tar sono sia favorevoli che contrarie. Il nostro atto – prosegue – si basa sull’applicazione di una legge dello Stato legittima, la 145 del 2018, che ha istituito la validità delle concessioni demaniali marittime fino al 31 dicembre 2033, indicando i Comuni, allo stesso tempo e in modo esplicito, come esecutori nel darne applicazione».

Inoltre, in riferimento alla compatibilità delle disposizioni di estensione temporale dei titoli concessori con i principi dell’ordinamento eurounitario, come peraltro specificato nella delibera di Consiglio del novembre scorso, le relative previsioni normative non risultano essere interessate da pronunce di legittimità costituzionale né con riferimento alle stesse risultano essere intervenute pronunce della Corte di Giustizia europea o avviate procedure di infrazione ad opera degli organi europei. Previsioni che dunque risultano vigenti ed efficaci.

 

Ufficio Stampa e Comunicazione Comune di San Vincenzo

 
 

Altri comunicati correlati

Linee guida per contenere i disagi causati dal gabbiano reale
22-feb-21
La vita del gabbiano reale ll Gabbiano reale, specie protetta ai sensi della legge 157/92, è una tra le specie ....
San Vincenzo entra nella rete dei comuni sostenibili
25-feb-21
Il Comune di San Vincenzo è entrato a far parte della ‘Rete dei comuni sostenibili’, ovvero una serie ....
Spiaggiamento di Posidonia: il Comune ha incontrato la Regione
16-feb-21
  Le mareggiate che si sono verificate durante la scorsa settimana hanno provocato nuovi spiaggiamenti ....
Estensione delle concessioni demaniali fino al 2033, atto approvato in Consiglio L’assessore Roventini: «Abbiamo dato esecuzione ai provvedimenti normativi
01-dic-20
È stato approvato nella giornata di ieri, durante la seduta del Consiglio comunale e con i voti favorevoli del gruppo ....