Comunicati

 18-feb-21
Ambiente, il sostegno del Comune ai progetti dell’Istituto di Ecologia Applicata Monitoraggio del comportamento del lupo e tutela delle aree dove vive il Fratino

Si chiamano ‘Bold Wolf’ e ‘Alexandro’ e sono i nomi che identificano i progetti presentati nei giorni scorsi dall’Istituto di Ecologia Applicata, finalizzati a monitorare il comportamento del lupo nei paesaggi dominati dall’uomo e a proteggere gli ambienti in cui il Fratino, piccolissimo trampoliere a rischio estinzione, vive e nidifica, indirizzando le persone ad un comportamento consapevole verso questa specie.
Sono queste infatti le linee guida dei piani presentati dall’associazione senza fini di lucro fondata nel 1987, una realtà che si propone di fornire supporto a istituzioni pubbliche e private per interventi connessi alla gestione delle risorse naturali, in particolare della fauna e degli habitat terrestri e marini. Il sostegno del Comune arriva a seguito di una delibera di giunta dei giorni scorsi e in considerazione del fatto che, tra gli obiettivi dell’Amministrazione, c’è proprio quello di avviare progetti al fine di una migliore consapevolezza da parte di tutta la cittadinanza delle peculiarità delle specie del Fratino e del lupo.
L’attenzione verso queste tematiche è da tempo molto concreta. Per quanto riguarda il lupo, infatti, il Comune ha già avviato progetti in sinergia con Selvatica e in collaborazione con Difesattiva per il monitoraggio dei comportamenti, mentre relativamente al Fratino tramite il Wwf è stata attivata una collaborazione con la ‘Rete Fratino del Wwf Italia’.
La presenza sul nostro territorio del piccolissimo trampoliere oltretutto rappresenta l’emblema dello stato di conservazione delle nostre spiagge. Convivenza e coabitazione tra l’uomo e gli elementi naturali, dunque, costituiscono fattori chiave per la tutela delle specie.
Le azioni dei due progetti, il cui avvio è previsto per settembre,  si indirizzeranno su operazioni concrete di conservazione e su indagini standardizzate come lo studio del comportamento dei lupi confidenti tramite telemetria satellitare e la difesa dei siti di nidificazione del Fratino.
Ma fondamentali saranno anche eventi di comunicazione e informazione circa i risultati ottenuti, finalizzati ad applicare best practice idonee a conservare specie in via d’estinzione o delle quali si rischia di perdere le caratteristiche comportamentali evolutesi negli anni.   «L’aumento della consapevolezza di tutti i cittadini rispetto sia alle caratteristiche uniche di queste specie che alle varie dinamiche connesse alla convivenza con l’uomo - spiega l’assessore all’Ambiente, Serena Malfatti - rappresenta un passaggio fondamentale per continuare a diffondere quel tipo di cultura ‘selvatica’ ideale per rispettare la natura e le specie viventi e non viventi che ne fanno parte. Attraverso lo studio dei comportamenti e la diffusione dei risultati ottenuti - conclude - si mira infatti a creare una rete di informazioni fondamentali per preservare gli ecosistemi e la loro diversità biologica ed al contempo per ridurre quanto più possibile il disagio per i cittadini che questa coesistenza talvolta porta con sé». 

Ufficio Stampa e Comunicazione
Comune di San Vincenzo

 
 

Altri comunicati correlati

Il Comune aderisce alla carta metropolitana della mobilità elettrica
18-feb-21
Il Comune di San Vincenzo ha aderito e sottoscritto la Carta metropolitana della Mobilità Elettrica, un documento ....