Comunicati

 06-gen-22
Danni ad un ricovero di felini randagi, l’impegno del Comune per il gattile «Verrà adeguato e spostato in una zona meno a ridosso della strada»

«L'Amministrazione comunale è sensibile alle problematiche degli animali, come alla salvaguardia e al rispetto delle regole igieniche atte a garantire una corretta e rispettosa convivenza tra cittadini e animali domestici.
E come primo passo, si impegna a risolvere la situazione del gattile di San Vincenzo, nella zona degli impianti sportivi». 
Così l’Amministrazione comunale interviene tramite il sindaco Paolo Riccucci a seguito di un episodio di danneggiamento ad un ricovero di felini randagi, avvenuto lo scorso 4 gennaio in un’area privata, facendo allo stesso tempo il punto sull’intenzione di ripristinare e adeguare la situazione del gattile comunale.  
«Da troppo tempo - spiega infatti - la struttura è lasciata al solo impegno dei volontari e, salvo qualche sporadico contributo, un adeguamento degli spazi non è stato mai preso in seria considerazione. Un'operazione che, con un costo moderato, va a sistemare una situazione che rischia di degenerare creando disagi all'intera comunità.
Da una prima valutazione l’obbiettivo prefissato è quello di spostare di alcuni metri il gattile attuale, in una zona meno a ridosso della strada, e adeguare le strutture in base anche alle necessità e alle urgenze comunicate dalle associazioni e dai volontari, che ringraziamo».  
«Apprendiamo inoltre - aggiunge il sindaco - da una segnalazione dei volontari ‘I gatti del marinaio’ e ‘Animali per amici’, di un danneggiamento ad un ricovero di felini randagi in area privata, dove la convivenza con il condominio adiacente sta diventando difficilmente sostenibile.
Non possiamo che essere preoccupati per il gesto di distruzione da parte di ignoti, pur riconoscendo che anche quella situazione è stata trascurata per troppo tempo da chi ci ha preceduto. La volontà di sistemare definitivamente il gattile comunale in zona impianti sportivi - conclude quindi il sindaco Riccucci - aiuterà a sanare queste altre situazioni poco sostenibili sul territorio. In collaborazione con le associazioni, l’amministrazione infatti si sta muovendo per trovare nuova destinazione adeguata, che soddisfi le esigenze degli animali e riporti decoro evitando inoltre il propagarsi di situazioni difficili da gestire».

 
 

Altri comunicati correlati

La tartaruga Caretta caretta “Perla” è tornata in mare
15-dic-21
Nella mattina di ieri, 14 Dicembre 2021, alle ore 11.30 è finalmente ritornata in mare la tartaruga Caretta ....
Linee guida per contenere i disagi causati dal gabbiano reale
22-feb-21
La vita del gabbiano reale ll Gabbiano reale, specie protetta ai sensi della legge 157/92, è una tra le specie ....